L' ALTRA VOCE DI CORREZZANA

Informazioni, notizie e aggiornamenti a cura di Correzzana Viva

Tijuana: chissà se i conti tornano

Tijuana a CorrezzanaChi di noi non ha mai bevuto un caffè, un aperitivo, o magari un cuba libre nel Tijuana, il bar del centro sportivo comunale? Bene: la prossima volta, muniti di documento che comprova la vostra residenza a Correzzana, provate a chiedere una consumazione omaggio!

Perché?

Sapete quanto è costata ai Correzzanesi la costruzione del solo edificio che attualmente ospita il bar Tijuana? Oltre 300 mila euro di oneri di urbanizzazione, scomputati e tradotti in un’opera pubblica.

Sapete quanto paga di canone il privato al Comune per l’uso esclusivo dei locali, stando al contratto di concessione siglato nel 2007? 1.200 euro l’anno.
Si, avete letto bene: 1.200 euro l’anno.

In cambio, il privato ha arredato gli spazi, attrezzato l’area giochi esterna per i bambini e cura la gestione ordinaria di alcuni spazi del centro sportivo: tutti tranne la sede del Gruppo Sportivo e il campo da calcio, coi relativi spogliatoi. Inoltre, col permesso del Comune, ha anche chiuso quel che prima era un portico per farlo diventare una sala del bar e aumentare i clienti.

A detta del sindaco, in questo modo, la cittadinanza avrebbe assicurato un impianto sempre efficiente ed usufruibile per tutti, mentre il Comune avrebbe risparmiato le spese di manutenzione ordinaria del centro sportivo. Restano a carico della collettività le spese di manutenzione straordinaria – per esempio il ripristino del canestro che si è “afflosciato” l’anno scorso – ma tant’è.

Sapete cosa dice la legge circa l’affitto di beni pubblici a soggetti privati?

Dice che non possono essere ceduti a un prezzo inferiore a quello di mercato, a meno che non si dimostri l’effettivo vantaggio di un determinato accordo per la collettività.

Immaginiamo quindi che il sindaco, quando il Comune ha firmato l’accordo col Tijuana, avesse chiaro quanto la comunità avrebbe risparmiato, sulla base di:

  • una stima dei costi effettivi che il Tijuana avrebbe sostenuto in 9 anni (tale è la durata della concessione),
  • una stima del valore del locale sul mercato degli affitti ( che secondo l’Agenzia delle Entrate l’affitto di un locale commerciale sui 300 mq in Correzzana oggi varia da un minimo di 22.000 a un massimo di 27.000 euro l’anno) moltiplicata per 9 (gli anni di durata della concessione) per un totale tra i 200.000 e i 240.000 euro.

Morale:

allo scadere della concessione, cioè a maggio 2016, il Tijuana avrà speso quei soldi tra arredi, migliorie e manutenzioni ordinarie?

Noi di Correzzana Viva l’abbiamo chiesto al sindaco mediante apposita interrogazione scritta e la risposta è stata “Nessuno lo sa“. Nessuno tranne il Tijuana, ovviamente, perché il Comune non chiede conto delle spese al Tijuana!

Nessuno, quindi, potrà mai valutare se la collettività ha tratto vantaggio o danno da questo accordo tra l’amministrazione e un privato.

conti

La concessione scade tra meno di 6 mesi: secondo voi cosa succederà?

Un brindisi a tutti voi: salute!

Correzzana Viva © 2018

Questo sito utilizza i cookies.
Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini di uso dei cookies espressi in questo documento.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi